a
d

WE ARE BRUNN

Let’s Work Together

Web copywriting: alcuni consigli per scrivere testi sul web

Scrivere per il web è un’attività non banale e certamente uno dei tanti aspetti chiave per il successo di un sito. La prima regola per chi vuole cimentarsi con la scrittura sul web è quella di capire che questa attività ha delle caratteristiche peculiari e risponde a logiche e a comportamenti di lettura differenti rispetto alla carta stampata.

Sul comportamento di chi legge sul web ho già dedicato un articolo pubblicato sul sito www.spazioimpresa.biz (approfondisci). Tre consigli per un web copywriting efficace:

• Brevità: chi legge sul web non ama la lunghezza e le perdite di tempo. Preferisce, al contrario, trovare poche informazioni che siano pertinenti a quanto cerca e leggibili in pochi secondi. Un testo scritto ad uso esclusivo per il web deve contenere elementi per incuriosire ma anche per facilitare la navigazione, come l’uso di diversi colori e grassetti per evidenziare le parole chiave più importanti, di immagini e schemi per trasferire concetti chiave, usare i bottoni per guidare la visita al sito.

• Qualità ed originalità: testi confusi o peggio ancora scopiazzati da altri siti non premiano. Anzi possono trasformarsi in un boomerang che spinge chi arriva su un sito a scappare via e a non tornarci più. E’ importante scrivere testi brevi, con pochi fronzoli e di qualità. Occhio anche a rispettare le regole di grammatica e i refusi: un testo sul web può essere letto potenzialmente da milioni di utenti. Nulla di più democratico che internet: ma quando ci si mette in vetrina, bisogna esporsi al meno, essere impeccabili sotto tutti i punti di vista. Sia chiaro: sul web anche le sviste giocano a sfavore nel giudizio complessivo degli utenti.

• Pertinenza e correttezza: la tendenza a costruire dei testi solo per rispondere alle “logiche” dei motori di ricerca e generare traffico al dominio associato è ancora piuttosto diffusa. Ma si tratta di una tecnica che nella nostra esperienza porta davvero a poco: il traffico generato sul sito grazie a testi costruiti ad arte può favorire la scalata del sito nei motori di ricerca. Ma le visite durano pochi secondi, il tempo per l’utente di essere giunto in una pagina che poco aggiunge alle sue ricerche. Che ritorni si possono sperare quando un utente giunge in un sito e lo abbandona dopo 2 secondi? E’ decisamente meglio non tradire la fiducia di chi arriva su un sito, indipendentemente che vi si arrivi tramite un motore di ricerca, e quindi con costi pari a zero, o tramite annunci sponsorizzati. Una strategia efficace sul web richiede nel medio-lungo periodo onestà e correttezza da parte di chi gestisce. L’inganno prima o poi viene a galla.

Rosvanna Lattarulo – r.lattarulo@e-development.it