Let’s Work Together

Tasso di Conversione di un Ecommerce: Dalle visite alle vendite

Se un ecommerce genera molto traffico ma le vendite stentano a decollare il segnale è chiaro: c’è un problema sul tasso di conversione dell’e-commerce (Convertion Rate). Perché accade e quali sono le soluzioni? Vediamo alcune possibili cause che impediscono la trasformazione di un utente in cliente e determinano una bassa convertion rate e alcuni consigli per superare questi errori.

Cos’è il Tasso di Conversione di un Ecommerce

E’ la capacità di un ecommerce di tramutare i visitatori in acquirenti, trasformando il traffico in ordini. Se l’obiettivo di un ecommerce è vendere, il tasso di conversione indica quanto sei bravo a raggiungerlo.

Come si Calcola 

E’ molto semplice. Il tasso di conversione è il rapporto tra il numero di conversioni (ordini) e il numero di visite di un ’ecommerce.

CR= (numero ordini effettuati/numero di visite) * 100

La moltiplicazione per cento serve a normalizzare il dato, trasformandolo in percentuale.

Alcuni consigli pratici per migliorare il Tasso di Conversione di un Ecommerce

  • Timing (tempi lunghi per chiudere l’acquisto). Utilizziamo form di registrazione semplici e possibilmente piacevoli. Il segreto è chiedere solo le informazioni essenziali, ricordandoci che una volta acquisito un cliente alla customer base sarà possibile raccogliere più dati in seguito.
  • Velocità di caricamento del sito. E’ una questione tecnica che però riveste una grande importanza: per valutare al meglio questo parametro non basta navigare sul sito. Uno strumento per misurare la qualità di un e-commerce è Pagespeed Insight di Google che ci dà un misura esatta di pregi e difetti tecnici del nostro e-commerce

Elementi grafici complessi per un design più appealing tendono a richiedere maggiore tempo per il caricamento, soprattutto per le versioni non aggiornate dei browser. L’unico rimedio è eliminare gli elementi che rallentano la velocità di caricamento. Sul web il segreto del successo sta anche nella velocità e nella semplicità.

  • Coerenza Comunicativa. Mai promettere qualcosa che non potete rispettare: l’utente arriva sul sito e-commerce ma tende ad abbandonare il sito nel giro di pochissimi secondi. E’ essenziale essere sinceri: parole chiave e testi devono rispecchiare quello che un utente troverà nella pagina di destinazione e più in generale sul vostro e-commerce….. le bugie sul web hanno le gambe molto corte.
  • Landing page poco efficace. Se un sito totalizza molti click, significa che le strategie di comunicazione sono valide, ma non basta. La pagina di atterraggio (o landing page) deve indicare in maniera chiara e sintetica gli step necessari per acquistare; se non accade, i visitatori si stancheranno e abbandoneranno il sito.

Per avere un ottimo Tasso di conversione e-commerce è necessario costruire una landing page semplice con pochi contenuti importanti cercando di disporli in maniera chiara nelle aree su cui si focalizza maggiormente l’attenzione dell’utente.

  • Offerta poco chiara. Se il vostro negozio online presenta poche informazioni per altro confusionarie è facile che l’utente abbandoni velocemente il sito. Per trattenere il cliente potrebbe essere utile segnalargli offerte limitate nel tempo che devono spingerlo ad un’azione immediata (call to action).

Se c’è una scadenza è psicologicamente più difficile decidere di lasciarsela scappare!

E-development al servizio delle PMI che vogliono entrare nel Mondo Ecommerce 

E-development è un Management Team di professionisti della Digital Economy. Con oltre 20 anni di esperienza nella Start Up e nella Gestione di progetti Digitali abbiamo attivato un modello strutturato che punta all’analisi e al miglioramento dei risultati aziendali attraverso l’Innovazione. Insomma…. guardiamo innanzitutto i RISULTATI.

Se vuoi saperne di più contatta Massimiliano Masi (m.masi@e-development.it )