Let’s Work Together

ecommerce B2c in Italia: vale € 13,3 Mld

In un contesto retail con tante ombre, per fortuna ci sono delle nicchie che sembrano dare segnali di vitalità anche in Italia. Tra queste sicuramente c’è l’ecommerce che nel 2014 sta facendo registrare una crescita del 17% con un valore delle vendite che ha ormai raggiunto i 13,3 Mld di euro.
E’ quanto emerge dall’Osservatorio ECOMMERCE B2C presentato il 21 ottobre a Milano nel corso di una interessante giornata dedicata interamente all’ecommerce B2c in Italia.

I NUMERI dell’ecommerce in Italia:

  • 16 Mln sono i web Shopper che acquistano online nel 2014 in crescita del 14% rispetto al 2013
  • € 13,3 Mld è il volume d’affari generato dall’ecommerce in Italia
  • 20% è la quota di vendite online tramite smartphone e Tablet che nel 2014 valgono rispettivamente 1,2 e 1,4 Mld di euro
  • 3,5% è il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale del mercato retail
  • 45% il valore della vendita di prodotti rispetto al 55% dei servizi
  • 30% la crescita del comparto prodotti rispetto al +9% dei servizi

LA TAVOLA ROTONDA

Molto interessante il confronto tra i principali players del mercato online tra cui Martin Angioni, Amministratore delegato di Amazon Italia (www.amazon.it), Lamberto Siega di Ebay e Fabio Cannavale founders di Bravofly. Tutti hanno convenuto sugli ulteriori spazi di crescita del mercato online in Italia ma anche sulle interessanti prospettive di export che le PMI italiane hanno grazie all’e-commerce.

LE START UP

Un capitolo a parte è stato dedicato nel pomeriggio alle start up e al loro ruolo di driver della crescita nell’ecommerce. Le case history di FARMAN (www.farman.it) , TANNICO, LOVLI ha permesso di avere uno spaccato più chiaro su come cresce l’idea di vendere online sui neo imprenditori e quali sono le keywords per ottenere investimenti da seed, business angel o venture capital.
“Nel nostro processo di crescita – ha affermato Massimiliano Masi CEO e Co-founder di Farmanhanno avuto grande importanza metodo, credibilità, passione e le motivazioni delle risorse umane impegnate nel progetto. Nel 2014 i nostri ritmi di crescita sfiorano il +100% e c’è ancora molto da fare

Massimiliano Masi
(m.masi@e-development.it)